Sardinia Divide

Sardinia Divide 2019, traversata della Sardegna in mountain bike

,
photo credits ©Luca Manca



Sardinia DivideMar di Sardegna, uno dei tratti di costa più belli dell’Isola, con un sistema dunale che si estende per chilometri. Da qui, dalla spiaggia di Torre dei Corsari, partirà venerdì 5 aprile la quarta edizione del Sardinia Divide, con destinazione Marina di Tertenia, sulla costa orientale, dalla parte opposta dell’Isola. Il coast del coast organizzato dalla società Sardinia Biking si svolge ogni anno su una linea diversa, con tracciati sempre nuovi, e per il 2019 sono state organizzate due edizioni, a distanza di una settimana una dall’altra, in modo che sin dall’inizio ci si possa iscrivere per la data preferita.


Una sequenza ininterrotta di pianure e montagne, valli e creste, gole e altipiani e finalmente l’altra spiaggia, questa volta sul Mar Tirreno, saranno gli scenari della traversata, che si snoda su sterrati, mulattiere e sentieri antichi di secoli, ancora oggi praticati da agricoltori e pastori.
Non mancherà un tracciato ferroviario dismesso, che con le sue lievi pendenze consentirà di procedere con tranquillità.

La lunghezza complessiva è di circa 170 chilometri, da percorrere in tre tappe giornaliere portando sulla bici il necessario per la giornata di viaggio e per la sera in hotel, ciò che oggi si chiama bikepacking. Doccia, cena, letti con camere riscaldate e colazione e pranzo al sacco sono assicurati dalle strutture ricettive nelle quali si pernotta alla fine del primo e del secondo giorno. Tre le formule di partecipazione: in camera singola, in camera doppia o in camera tripla, con conseguenti differenze di costi. Grazie alla presenza delle guide i partecipanti conosceranno meglio i territori attraversati e saranno liberi dalle incombenze dell’orientamento e dello studio della logistica, ad esempio per i rifornimenti idrici lungo strada e per la prenotazione dei servizi nelle strutture ricettive.

La prima tappa si conclude a Barumini, in un albergo dal quale si ammira a breve distanza Su Nuraxi, la reggia nuragica che l’Unesco nel 1997 ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Ci sarà il tempo per una visita guidata al nuraghe e oltre alle frequenti attrattive naturali non mancheranno nel tour altre attrattive storiche come la Casa Zapata, antica residenza nobiliare risalente al Cinquecento, oggi trasformata in museo.

Ai partecipanti che la desiderino sarà consegnata preventivamente la traccia GPS del percorso, in modo da poterla caricare sul proprio GPS e poter procedere per qualche tratto anche indipendentemente dal gruppo. A ogni partecipante che percorrerà l’intera traversata sarà consegnato l’attestato di finisher.
Per chi arriva dalla Penisola o dall’estero l’organizzazione si avvale dell’assistenza di un tour operator che propone le  soluzioni di viaggio più adeguate a ciascun partecipante. Torre dei Corsari, punto iniziale del tour, dista circa 100 km da Cagliari (porto e aeroporto) e circa 20 km dalla stazione ferroviaria più vicina. A Marina di Tertenia, località finale del tour, attenderà i partecipanti un minibus dotato di carrello portabici per il transfer di ritorno a Torre dei Corsari.

Il costo di partecipazione è più basso quanto prima ci si iscrive, con scadenze temporali a fine dicembre, a fine febbraio e al 25 marzo (chiusura iscrizioni).

Link sito: www.sardiniadivide.com
Mail: info@sardiniadivide.com
Pagina Facebook: www.facebook.com/SardiniaDivide
Tel. 349.006.21.69 (Francesca Loi), 339.406.92.14 (Rita Serra)
Organizzazione: Sardinia Biking e Criss Viaggi

Sardinia Divide 2019, traversata della Sardegna in mountain bike
photo credits Luca Manca
7614 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Lucia Minervino 23 ore di passione per scalare le Dolomiti
23 ore di gara e quasi 22 ore di pedalata allo stato puro per Lucia Minervino (leader da anni del Trofeo dei Parchi Paturali) che ha così conquistato una “gara per duri” aggiudicandosi nella sua categoria la “Dolomitica 380”.
Consiglio Federale - I contributi economici per la ripresa della attività
Il Consiglio federale del 30 giugno 2020 si è concentrato sui provvedimenti per gli organizzatori e ha affrontato il tema importante delle linee guida. Clamoroso e inatteso il blocco dell’attività delle gare all’estero fino al 15 luglio dopo che soli pochi giorni fa erano state concesse le necessarie autorizzazioni.
Everesting 8848: Nicolas Samparisi è il re dei 10k!
Come da programma sabato 27 giugno si è tenuto presso la piazza Palabione in Aprica il tentativo di everesting di Nicolas Samparisi. Il giovane tiranese, in forza alla KTM DAMA SELLE SMP, ha iniziato la scalata alle prime luci dell'alba seguito da due moto che gli hanno fatto da apri pista per l'intera durata della prova.
Ride with Nicolas!
Le gare si sono fermate ma non l'attività del KTM DAMA SELLE SMP ALCHEMIST, infatti a pochi giorni dall'inizio ufficiale della stagione MTB 2020, il tiranese Nicolas Samparisi in forza al KTM DAMA Selle SMP ALCHEMIST tenterà l'impresa, obbiettivo EVERESTING. Una sola ascesa, da ripetere più volte, per raggiungere gli 8848m di dislivello del Re dell' Himalaya.
La mia Francigena, un regalo unico!
Un regalo unico, per festeggiare il 50° compleanno. Niente watt, niente numeri, solo emozioni. Partenza da Modena e arrivo a Roma, da solo. La via Francigena non è solo un viaggio: è un'esperienza, è la riscoperta del piacere di vivere la bici. Questo il racconto di Andrea Baricchi, da leggere e da vedere con calma!
Rinviata a data da destinarsi la prima prova
Comunicazione importante per quanto concerne la tappa toscana di Scansano del circuito del Gp Centro Italia Giovanile mtb. In programma il prossimo 18 luglio, la gara di mtb che si doveva disputare sul territorio grossetano, è stata posticipata in data destinarsi.


Altre Notizie »