Selle Italia Guerciotti Elite

Dorigoni trionfa in Repubblica Ceca. Gaia Realini domina il Lazio Cross

,



Come precedentemente annunciato quella di ieri, domenica 22 novembre, doveva essere la  giornata  del  Gran  Premio  Mamma  e  Papà  Guerciotti  internazionale  di  ciclocross all’Idroscalo di Milano. Le problematiche del Covid 19 hanno costretto l’organizzazione della Selle Italia-Guerciotti-Elite a rimandare in data da destinarsi l’edizione dell’inverno 2020-21 dell’evento all’Idroscalo.
Ieri è comunque una giornata felice per la società del presidente Paolo Guerciotti; i ciclocrossisti diretti da Vito Di Tano hanno vinto 2 corse in location diverse.  
La squadra di Milano grazie all’abruzzese Gaia Realini ha vinto la corsa femminile open di Aprilia (Latina ) compresa nella challenge Lazio Cross.
La grintosa pescarese, acquisto importante della Selle Italia-Guerciotti-Elite, ha età da under 23 e malgrado ciò ha ottenuto la vittoria assoluta precedendo la forte bergamasca Silvia Persico che essendo nata nel 1997 già appartiene alla categoria elite.  
Tra gli juniores ad Aprilia è giunto terzo Gabriel Fede (Selle Italia-Guerciotti-Elite).

DOLCE REPUBBLICA CECA – Jakob Dorigoni a Jicin (Repubblica Ceca) si è aggiudicato la prova del circuito Toi Toi Cup. In Repubblica Ceca i crossisti hanno gareggiato con una temperatura sotto gli zero gradi. “E’ stata una gara caratterizzata da numerose forature- ha spiegato Vito Di Tano – e la sfortuna ha bersagliato pure Dorigoni”. L’altoatesino di Casa Guerciotti  ha  forato  nelle  battute  introduttive,  perdendo  una  quarantina  di  secondi  da Michael Boros, Campione nazionale della Repubblica Ceca.
Boros a sua volta ha forato ed è stato raggiunto da Jakob.
I due si sono contesi la vittoria allo sprint e il Campione d’Italia ha avuto la meglio.
Terzo a 29” s’è classificato Jakub Riman.
Il diesse Di Tano ha schierato pure Federico Ceolin: “Ha forato 5 volte – fa notare Vito – e si è dovuto ritirare. Incredibile, non si è mai vista una gara con tante forature”.
Il tecnico parla poi di Dorigoni: “E’ bello vederlo vincitore in Repubblica Ceca, Paese in cui il ciclocross ha un vasto seguito e il livello degli atleti è alto. In gran parte i protagonisti della gara di Jicin erano della Repubblica Ceca e il secondo classificato, Boros, è uno che si piazza in posizioni onorevoli nelle prove di Coppa del Mondo. Per Jakob è quindi una vittoria che conta. Dati i problemi di questa stagione ostacolata dal Covid alle  gambe di  Jakob mancano dei confronti continui con specialisti di Belgio e Olanda, utili a migliorare. Comunque è un Dorigoni in crescita”.  

In settimana il ct dei crossisti azzurri Fausto Scotti comunicherà i convocati per la prova di Tabor  di  Coppa  del  Mondo  in  programma  nel  prossimo  weekend.  La  Selle  Italia  – Guerciotti – Elite spera di avere svariati convocati. “Coppa del Mondo a parte – aggiunge Vito – stiamo pianificando una serie di impegni agonistici in Belgio per Dorigoni nel mese di dicembre”.  
 
Dorigoni trionfa in Repubblica Ceca. Gaia Realini domina il Lazio Cross
4271 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Braidot sogna l’apoteosi in Val di Sole: Obiettivo Coppa del Mondo
Il friulano portacolori del Team Santa Cruz-FSA sarà l’azzurro più atteso ai nastri di partenza del gran finale di Coppa del Mondo in Val di Sole (2-4 settembre), forte dei due successi di fila conquistati nel mese di luglio, a Lenzerheide e Andorra.
Young Guns
Quattro promesse della Mountain Bike italiana si raccontano in un'intervista esclusiva. Guarda ora il video con Giada Specia, Simone Avondetto, Filippo Fontana e Andreas Vittone.
Coppa del Mondo MTB 2023: Val di Sole in calendario dal 30 giugno al 2 luglio
La grande classica italiana di Coppa del Mondo UCI di Mountain Bike regalerà spettacolo agli appassionati anche nel 2023. Nel calendario del massimo circuito mondiale, che dalla prossima stagione passerà alla gestione di ESO Sport – Warner Bros Discovery, c’è anche il grande appuntamento di Val di Sole, che nel 2023 si svolgerà dal 30 giugno al 2 luglio.
X-Legend: l’evento dell’anno si corre il 23 ottobre
Mancano circa due mesi e mezzo alla Castro Legend Cup, la finalissima tra i Trofei d’Italia. La festa della mountain bike nel Tacco più chic del Belpaese.
Sila EPIC : importanti variazioni sul regolamento
A rettifica di quanto espresso nel regolamento, riteniamo opportuno effettuare alcune variazioni.
Saitta ci prende gusto
La gara organizzata da Luciano Forlenza e dal suo team Bike & Sport è stata impegnativa, a differenza di quanto potevano raccontare i crudi dati tecnici: 42km e 1400m di dislivello.


Altre Notizie »