Gran Prix Centro Italia MTB

Bellissima giornata di sport al II° Trofeo Città di Scansano

,



Quasi 400 biker (allegando nel contesto numerico anche la gara riservata ai Giovanissimi), hanno aderito, domenica 8 maggio, alla gara di cross country disputata nella località grossetana di Scansano, alla gara di mtb valida come quarta prova del circuito del Gran Prix Centro Italia Mtb Giovanile, nonché seconda prova del Campionato Italiano Giovanile di società
Tracciato di 3 km con in cabina di regia il Team Centro Italia Scuola di Ciclismo Dario Cioni.
Il saluto, al sabato pomeriggio durante la riunione tecnica, da parte del sindaco di Scansano, Maria Bice Ginesi.
E’ stata una bellissima giornata di sport, con gare molto interessanti ed avvincenti, con il comitato organizzatore, nella voce di Pierangelo Brinchi, che ci tiene a ringraziare tutti.

Si vuole sempre dare il meglio per coloro che vengono a correre e per coloro che accompagnano i vari bikers. La nostra speranza che il tracciato è piaciuto a tutti. Abbiamo dato il massimo. Grazie al lavoro del mio team, della locale amministrazione comunale, volontari e sponsor. Per Scansano questo è un appuntamento importante - conclude Brinchi- e ci teniamo molto a continuare questo connubio, perché ci troviamo in un territorio fantastico, adatto per ospitare questi eventi. Poi abbiamo la fortuna di avere un grande appoggio della locale amministrazione comunale e di tanti sponsor. Grazie a tutti

Veniamo alle gare. Prima partenza riservata agli Junior (17/18 anni). Cinque giri per i maschi: uno in meno per le ragazze. In campo maschile bella sfida tra Bartolini e Rinaldoni. Nel finale dell’ultimo giro l’attacco imperioso di Federico Bartolini (Bici Adventure Team) che vince su David Rinaldoni (Polisportiva Morrovallese) confermandosi leader del circuito. Terza piazza per Andrea Sicuro (Sc Tugliese): 4^ Tommaso Alberti (Elba Bike), 5^ Lorenzo Santamaria (Ucla). In campo femminile giornata tranquilla per la leader Sofia Capagni (Race Mountain Folcarelli), che precede Barbara Modesti (Bici Adventure Team).

Spazio poi per le due gare riservate agli Esordienti. Per loro tre giri. Prima in gara gli atleti del II anno (14 anni). Partenza decisa del leader Vincenzo Carosi. Il portacolori della Race Mountain Folcarelli, ha messo subito in chiaro le cose, vincendo con merito. Buon secondo posto per Michele Falciani (Melavì) con il podio completato dal piemontese Alessandro Garbaccio Valina (Ciclistica Rostese): 4^ Francesco Carnevali (Città dei Papi ciclismo), 5^ Davide Moschini (Pedale Fidentino).
In fascia I (13 anni) si è assistito al primo giro ad una sfida tra Vaglio ed Armanasco. Poi il leader del circuito Walter Vaglio (Sc Tugliese) ha deciso di alzare il ritmo alla gara, vincendo con potenza ed autorità. Secondo Raffaele Armanasco (Melavì Tirano).

Terzo posto l’altro tiranese Pietro Lucini, che ha condotto una gara di recupero, conquistando il “bronzo”: 4^ Mattia Cavalleri (Le Marmotte), 5^ Matteo Vottero (Ciclistica Rostese).
Terza partenza con al via le Allieve (3 giri), le Esordienti (2 giri) ed anche i G6 (1 giro).

Nei G6 successi di Gioia Costa (Elba Bike), davanti a Noemy Ferrusi (Pedale Sulmonese), ed in campo maschile, primo è Antonio Cerone (Via Nova) davanti a Marco Di Romano (Sc Mtb Prati di Tivo) e Daniele Fabbri (Gs Borgonuovo). Tra le Esordienti I anno (13 anni) si è assistito ad una gara particolare (qualche caduta e forature) con Cecilia Carzolio (Quiliano) che riesce a vincere la gara toscana lasciandosi alle spalle Giulia Vallone (Bici Camogli Golfo Paradiso) e Maya Ferrante (Polisportiva Oltrefersina): 4^ Viola Castelli (Le Marmotte), 5^ Maura Grazia Cerruto (Nonsolobike). Sesta la leader Nicoletta Brandi (Elba Bike). In fascia II (14 anni) passerella d’onore per la tricolore bresciana Elisa Bianchi (Velò Montirone). Seconda Nicole Azzetti (Us Litegosa), e terza, Valentina Bravi (Pedale Fidentino): 4^ Maya Scianda (Ucla); 5^ Matilde Vecchierelli (Le Marmotte). Sesta la leader Amaranta Concari (Team La Verde).

Passiamo alle Allieve. In fascia II (16 anni) gara perfetta per Elisa Lanfranchi (Ciclisti Valgandino) che parte forte, e taglia il traguardo con un buon margine di vantaggio su Giulia Rinaldoni (Pol. Morrovallese), leader del circuito, e Arianna Bianchi (Biesse Carrera): 4^ Claudia Massaccesi (Bici Adventure Team), 5. Myrtò Mangiaterra (Recanati Bt). In fascia I (15 anni) trionfo della piemontese Marika Comba (Ciclistica Rostese) che si lascia subito alle spalle Alice Pascucci (Dmt), e la leader del circuito, Sofia Bartomeoli (Superbike Bravi Platforms): 4^ Brenda Zavarella (Pedale Sulmonese), 5^ Noemi Semplici (Sc Garfagnana Mtb).
Ultima gara in programma gli Allievi (4 giri).

Nella gara riservata agli atleti del II anno (16 anni) nei primi due giri c’è stato un po' di equilibrio. Poi Luca Fregata (Four Es) ha accellerato con decisione vincendo la gara in maniera netta. Seconda e terza piazza per Morgan Dubini (Superbike Bravi Platforms), leader del circuito, e Mattia Stenico (Polisportiva Oltrefersina): 4^ Edoardo Bonafini (Bessi Calenzano), 5^ Daniele Corvi (Melavì Tirano). In fascia I (15 anni), infine, interessante gara a tre. A metà dei quattro giri rimangono davanti in due. Al suono della campanella Elia Rial (Gagabike) sferra l’attacco decisivo che lo porterà a vincere la gara davanti al leader del crircuito Daniele Angelo Ronzoni (Gs Borgonuovo). Podio completato da Gabriele Scagliola (Ciclistica Rostese): 4^ Nicolò Angelo Beltrami (Pedale Fidentino Rt); 5^ Giuseppe Messina (Gs Pedale Ibleo Ragusa).

Premiazioni al termine di ogni gara con assegnazione della maglia al leader del circuito firmate Value Farm Srl (www.valuefarm.it) di Monsano (An) e MTBonline.it
 
Info: www.gpcentroitalia.it

CALENDARIO GRAN PRIX CENTRO ITALIA MTB GIOVANILE 2022
27/3/2022 ANAGNI (Fr)
10/4/2021 GUALDO CATTANEO DI SAN TERENZIANO  (Pg)
01/5/2022 ESANATOGLIA (Mc)
08/5/2022 SCANSANO (Gr)
15/5/2022 BARGA (Lu)
Bellissima giornata di sport al II° Trofeo Città di Scansano
2407 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

A Moschiano cresce l’attesa per il battesimo della nuova Moschiano Race Marathon
Nonostante qualche piccola difficoltà, procede a pieno ritmo l’allestimento e la preparazione della Moschiano Race Marathon che, per questa edizione, vedrà un imponente sforzo organizzativo da parte della Moschiano Mtb Adventure.
Italia sull’Olimpo, anzi, sull’Olympia. Marzio Deho campione del mondo assoluto. Andrea Righettini e Stefano Dal Grande vincitori della Dolomitica Marathon
ulla linea di partenza della Pineta, nella mattinata di oggi, sabato 25 giugno, c’era il mondo. Trenta nazioni rappresentate, 800 i partenti.In palio c’era la maglia iridata per la categorie master mtb, quella maglia dal fascino irresistibile: indossarla è un sogno, viverla, un’avventura unica. Per tutti e per tutto il mondo.
La Thuile esalta Luca Braidot e Martina Berta Il friulano e Giada Specia nuovi campioni di IIS
Con il gran finale di La Thuile, sabato 25 giugno si è conclusa la stagione 2022 di Internazionali d’Italia Series, il più importante circuito italiano di Cross Country MTB, che anche quest’anno ha offerto gare e protagonisti ai massimi livelli della disciplina a livello mondiale negli appuntamenti di San Zeno di Montagna, Nalles e Capoliveri, fino alla conclusione in Valle d’Aosta.
L’iridata Richards torna in Italia: a La Thuile per puntare al tris
Si va ormai delineando il campo dei rider e delle formazioni ai nastri di partenza di La Thuile MTB Race, la quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series. Sabato 25 giugno in Valle d’Aosta ci sarà anche la Campionessa del Mondo Evie Richards, che a La Thuile in questi anni ha fatto percorso netto, dominando entrambe le edizioni fin qui disputate di un evento che quest’anno ha conquistato la categoria UCI HC.
Dolomitica 2022. Vi presentiamo i favoriti
L’emozione della vigilia di un Mondiale ha un nome, anzi dei nomi. Vediamo quali sono quelli da seguire e … inseguire domani a Pinzolo, sui percorsi della Dolomitica 2022 UCI Marathon Masters MTB World Championships.
Fruet presenta il finale di Valsugana Wild Ride: “Sentieri fantastici da veri biker”
Non sempre la discesa è la parte più facile di un percorso. Chi è abituato a macinare chilometri in mountain bike lo sa: molto spesso dopo la salita si nascondono le insidie di un tratto veloce e tecnico che può fare davvero la differenza.


Altre Notizie »