Lutto

Il ciclismo piange Dario Acquaroli

,


A soli 48 anni ci lascia uno dei campioni di mtb più apprezzati degli anni '90: due titoli mondiali e due titoli europei e una carriera ricca di successi.


Una pedalata il giorno di Pasqua, un malore.. se n’è andato così, oggi, Dario Acquaroli, 48 anni, uomo simbolo del MTB in Italia per un decennio, due volte campione del mondo di specialità, nel 1993 da juniores e nel 1996 da U23.

Una carriera ricca di successi e soddisfazioni: primo contratto da professionista all’età di 16 anni con il team Bianchi; ha corso 19 mondiali con la Nazionale Italiana tra cross-country e marathon, vincendo 2 titoli europei (1992, 1993) e 2 titoli mondiali. Campione italiano per cinque volte (1992, 1993, 1996, 2000, 2005) correndo con diverse squadre: Team Bianchi, Full-Dynamix e Sintesi Larm. Collare d’Oro al Merito Sportivo dal CONI. Si è ritirato dall’attività di alto livello nel 2008. Dopo è rimasto nel mondo dello sport con incarichi in Vittoria e, negli ultimi anni come Marketing Manager in Merida.

Era nato il 10 marzo 1975 a San Giovanni Bianco, in provincia di Bergamo. Tuttobiciweb riporta che la tragedia è avvenuta questa mattina, sulle montagne bergamasche: Dario stava pedalando da solo, come faceva spesso, ed era atteso a casa della sorella per festeggiare in famiglia. Le notizie sono ancora frammentarie, ma pare che lo abbiano trovato a terra in un tratto abbastanza facile, al punto che si pensa più ad un malore che ad una caduta.

Lo ricorda con commozione il presidente della Commissione Fuoristrada Massimo Ghirotto che l'ha avuto come corridore in Bianchi, così come i tanti che l'hanno conosciuto e seguito in quegli anni, apprezzandolo per le capacità sportive e umane.

Il presidente Cordiano Dagnoni, a nome di tutto il Consiglio federale, della Federazione e del mondo del ciclismo esprime i sensi del più profondo cordoglio ai familiari per la tragica scomparsa.

Nella foto, Dario Acquaroli sul podio del campionato del mondo XCO U23
Il ciclismo piange Dario Acquaroli
3556 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

L'undicesima Marathon del Salento si decide in volata
Domenica a Torre San Giovanni, a due passi da Leuca Finibus Terrae, è andata in scena la festa salentina. Una festa a 360 gradi con musica, balli e persino i supereroi. Nulla lasciato al caso. MTB Casarano e Terrarussa, i team organizzatori dell'evento più partecipato del centro-sud Italia, amano stupire e anche questa volta ci sono riusciti. Il favore di atleti e accompagnatori è stato ancora una volta conquistato in pieno.
Stagione cross country, ecco tutti i titoli regionali 2024
Fervono i preparativi per la gara di domenica 21 Aprile a Montena di Giovi dove la società Bike & Sport è già all’opera per la prima prova di cross country, che segue a ruota la Over The Top che con successo lo scorso 7 aprile ha tenuto a battesimo le gare Point to Point / Marathon
Archiviata alla grande la tappa di Roccasale
Domenica 14 aprile, a Roccacasale il grande evento nazionale del 4° Memorial Teodora e Ludovico, seconda tappa del Grand Prix Centro Italia MTB Giovanile
Anche a Sinalunga Valdrighi non ha rivali
La stagione di Stefano Valdrighi sta raggiungendo connotati eccezionali. Dopo Orvieto, Monteriggioni, Argentario e Syrah, il portacolori del Bottecchia Factory team porta a casa anche l’edizione del trentennale della Sinalunga Bike, continuando la sua straordinaria collezione di successi nel 2024
Un campionato italiano Made in Sud
La data del 2 giugno è da tempo ben fissa nella mente dei bikers. Sono cinquantaquattro i giorni di allenamento a disposizione degli atleti che ambiscono ad indossare le prestigiose maglie di campione italiano mtb marathon.


Altre Notizie »