Internazionali d’Italia Series

Trinity cala i suoi giovani assi: Boichis, Magnier e Malacarne attesi alla prova di La Thuile

,
photo credits ©Michele Mondini


Vivaio di tanti fra i maggiori talenti del ciclismo mondiale, il Team Trinity Racing potrebbe riservare sorprese nel quarto appuntamento di Internazionali d’Italia Series, in programma sabato 3 giugno


Internazionali d’Italia SeriesThomas Pidcock, Christopher Blevins, Haley Batten: questi sono soltanto alcuni dei nomi lanciati nel gotha della Mountain Bike dal Team Trinity Racing. Dal 2022 la squadra britannica ha sposato un nuovo progetto che ha coinvolto altri talenti a livello giovanile, dai transalpini Adrien Boichis e Paul Magnier al brasiliano Alex Malacarne. Un tris che con la sua esuberanza potrebbe scombinare i piani dei favoriti di La Thuile MTB Race, la quarta e penultima tappa di Internazionali d’Italia Series in programma sabato 3 giugno in Valle d’Aosta.

Il Team Trinity Racing non è nuovo a grandi prove a Internazionali d’Italia Series e in particolare a La Thuile MTB Race. Nel 2021, Haley Batten e Christopher Blevins si classificarono al terzo e al settimo posto nelle rispettive gare Open, mentre uno dei protagonisti di sabato, il 20enne francese Adrien Boichis, ha già mostrato all’Italia di cosa sia capace, conquistando nel 2021 ben tre tappe di Internazionali d’Italia Series tra gli Juniores prima di laurearsi Campione del Mondo in Val di Sole.

Boichis ha iniziato nel migliore dei modi anche il 2023 vincendo il primo storico Short Track U23 di Coppa del Mondo a Nove Mesto, in Repubblica Ceca. Un ruolino di marcia invidiabile per un atleta così giovane che ha tutte le carte in regola per provare a fare lo sgambetto anche ai grandi della specialità.

“Sto bene, spero di ottenere un bel risultato a La Thuile”, ha dichiarato Boichis. – “Ho appena terminato una breve gara a tappe su strada raccogliendo la mia miglior prestazione con una top 15 nell’ultima tappa di montagna. E’ sempre una bella sensazione correre in Italia dove ho ottenuto i primi risultati importanti in carriera. Spero di fare una bella prestazione e di non avere problemi, ben cosciente che il livello a La Thuile è alto e che questa gara mi servirà anche in ottica Coppa del Mondo”. 

Ancora più giovane di Boichis è Paul Magnier, 19enne che proprio lo scorso anno a La Thuile riuscì a concludere in seconda posizione la gara UCI Junior Series. Quest’anno Magnier si è reso protagonista di una bella prestazione a Capoliveri, chiudendo in decima posizione la gara vinta dal Campione del Mondo Nino Schurter. Un risultato di tutto rispetto per un atleta che sta disputando le prime gare tra gli U23 dopo esser stato costante protagonista nella categoria Juniores.

Il più esperto delle tre frecce nell’arco del Team Trinity a La Thuile è Alex Malacarne, 21enne brasiliano cresciuto all’ombra di Henrique Avancini. In questa prima parte di 2023, Malacarne ha disputato il calendario delle gare brasiliane prima di tornare in Europa per la fase centrale della stagione. Dalla sua ci saranno i numerosi tifosi sudamericani che seguono i loro beniamini sulle piattaforme social di Internazionali d’Italia Series.

Gli atleti del Team Trinity Racing saranno al via della gara Open Uomini che chiuderà il programma di sabato 3 giugno alle ore 14.00. Il programma sarà aperto dalla prova UCI Junior Series alle 10.00, seguita dalle competizioni femminili alle ore 12.00. La giornata di domenica 4 giugno sarà invece dedicata alle categorie giovanili, Esordienti e Allievi.
Trinity cala i suoi giovani assi: Boichis, Magnier e Malacarne attesi alla prova di La Thuile
photo credits Michele Mondini
3189 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Adamo fa festa nel ritrovato XCO Città di Modica-Cyclò
La classica manifestazione ragusana, normalmente teatro dell’inizio della stagione per gli appassionati siculi, ha dovuto emigrare nel tempo, per non perdere un’edizione che avrebbe rappresentato un inopinato stop per la sua storia.
Il Re del Pollino è Tony Vigoroso
E' stata una edizione esaltante dal punto di vista dei partecipanti - oltre 400 da tutta Italia - e per la gara che ha regalato, in questa decima edizione della Marathon degi Aragonesi, un combattuto testa a testa, risolto solo grazie al single track che ha determinato la vittoria di Antonio Virogoso.
Il TPN ingrana la sesta
Questa domenica riparte il Trofeo dei Parchi Naturali. La challenge andrà in scena nel parco nazionale più grande d'Italia: il Pollino. Parco del Pollino, che sarà protagonista sia questo weekend che l'ultimo del mese, quello del 29 e 30 giugno.
Cresce l'attesa per gli Stati Generali della Ciclovia dei Parchi
Due momenti di confronto e approfondimento sul mercato turistico per costruire un piano d'azione e irrobustire le buone pratiche con stakeholders e operatori del settore. Sono questi il cuore pulsante e strategico dell'edizione 2024 del Pollino Bike Festival, in programma da domani 14 giugno fino a domenica 16 a Catasta.
La Ciclovia dei Parchi in Calabria entra in EuroVelo 7
I 545 km della Ciclovia dei Parchi in Calabria sono entrati a fare parte di EuroVelo 7, ovvero la Ciclovia del Sole (Sun Route) che collega Capo Nord a Malta con un itinerario di 7.650 km attraverso 9 paesi europei, di cui 2000 km si trovano in territorio italiano, da San Candido in Alto Adige alla Sicilia. L’iniziativa parte da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Coordinatore Nazionale EuroVelo in Italia dal 2011, che - in accordo con la Regione Calabria - ne aveva proposto la candidatura.
Tre percorsi per innamorarsi del Pollino
Si daranno battaglie a suon di pedalate i 450 bikers in arrivo sul Pollino per la decima edizione della Marathon degli Aragonesi, la gara in Mountain bike inserita nel calendario ufficiale del Trofeo dei parchi naturali, organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari


Altre Notizie »