Costa degli Etruschi Epic

Gioele De Cosmo brilla alla Costa degli Etruschi Epic 2023

,
photo credits ©Zanardi


Una grande gara la Costa degli Etruschi Epic 2023, inserita nei circuiti Rampitek e Coppa Toscana, oltre alla combinata con la Capoliveri Legend Cup powered by Scott, la Etruscan Legend “The UCI Tuscany MTB Marathon”. La storica gara toscana è giunta alla sua 24a edizione. Vittoria finale per Gioele De Cosmo su Aleksei Medvedev. In campo femminile vittoria per la giovanissima Giorgia Giannotti


A Marina di Bibbona (LI) è stato un grande spettacolo, con una giornata meteorologicamente perfetta, un percorso esaltante in ottime condizioni e un parterre di altissimo livello.

Sono stati quasi 600 gli atleti iscritti, anche se al via ci sono state numerose defezioni a causa del cambio di data che è andato a coincidere con gare concomitanti.
Due i percorsi, il Marathon di 72 km per 2.000 m+ e il Classic di 52 km per 1.200 m+, con il cuore sempre immerso nel meraviglioso bosco della Magona, un vero paradiso per i bikers.
 
Tutta la logistica della gara era al Camping Melograni, con ingresso proprio di fronte al Park Hotel Marinetta. Nel campeggio, oltre agli alloggi per chi ha voluto usufruirne, era allestita la segreteria gara, le docce e il pasta party e le premiazioni.
La gara, che doveva essere disputata a maggio, ha avuto per la prima volta uno scenario nuovo, quello di fine settembre, periodo davvero ideale per stabilità meteorologica e clima di fine estate, con strutture ricettive e impianti balneari aperti a Marina di Bibbona, cosa che è stata sicuramente apprezzata da tutti gli accompagnatori e da chi ha deciso di trascorrere nell’occasione un lungo weekend in una località che ha davvero molto da offrire.
 
Alle 9:15 le griglie sono affollate e in prima fila troviamo schierati quasi molti top team al gran completo.
 
Alle 9:30 il via del marathon, seguito, dopo 15 minuti, dal Classic.
Partenza con un gruppo compatto, visti i primi 10 km pianeggianti.
 
Al passaggio da Bibbona, dopo una decina di chilometri, il gruppo è ancora folto, con al comando Daniele Mensi, seguito dal compagno di squadra del Soudal Leecougan Aleksei Medvedev, Lorenzo Trincheri (Scott Racing Team) e Franz Hofer (Bottecchia Factory Team).
 
Sulle prime rampe il gruppo si screma e dopo poco più di 20 chilometri al comando troviamo un gruppo di una ventina di concorrenti, guidato dal russo Medvedev.
 
A seguire un secondo gruppo di una decina di unità. Qui inizia la prima vera salita, la Aiaccia.
 
Allo scollinamento troviamo al comando Medvedev, con qualche secondo di margine su De Cosmo (Scott Racing Team), poi segue Mensi, Dario Cherchi (Ktm Alchemist Powered Brenta Brakes). Leggermente più staccato troviamo Jacopo Billi (Scott Racing Team), seguito dal compagno di squadra Andrea Siffredi e dal colombiano Juan Daniel Alarcon Ambrosio (Bottecchia Factory Team).
 
Dopo un breve tratto di discesa su asfalto, la gara imbocca la dura salita che porta a La Sassa, per poi proseguire verso il GPM di Poggio al Pruno. Qui al comando troviamo ancora Medvedev, che ha aumentato decisamente il suo vantaggio, a oltre trenta secondi, su un terzetto composto da Cherchi, Mensi e De Cosmo. A seguire transita Siffredi, poi Alarcon Ambrosio e Billi.
 
Medvedev cerca si mantenere il suo margine, ma in discesa De Cosmo e Cherchi riescono a ridurre il distacco. Nel finale di gara la coppia che insegue riesce a ridurre ulteriormente il distacco e De Cosmo, quando vede la sagoma di Medvedev gioca il tutto per tutto, riuscendo ad agganciare il rivale per contendergli l’arrivo in volata.
De Cosmo riesce ad imboccare davanti il tratto finale e con una progressione irresistibile riesce a precedere Medvedev.
 
A soli quattro secondi dal russo chiude Siffredi, autore di una grande rimonta, salendo sul podio nella gara che lo scorso anno lo aveva visto vittima di un brutto incidente proprio nelle batture finali.
 
Quarto chiude Cherchi e quinto Billi. La top ten viene completata da Filippo Bertone, Stefano Goria, Lorenzo Trincheri, Alarcon Ambrosio e Alessio Trabalza.
 
Assoluta maschile
1 Gioele De Cosmo - Scott Racing Team 2:54:27.84
2 Aleksei Medvedev - Soudal Leecougan International Team 2:54:29.08
3 Andrea Siffredi - Scott Racing Team 2:54:33.09
4 Dario Cherchi - Ktm Alchemist Powered Brenta Brakes 2:55:48.32
5 Jacopo Billi - Scott Racing Team 2:57:06.79
6 Filippo Bertone - Team Marchisio Bici 2:57:16.54
7 Stefano Goria - Mentecorpo Cicli Drigani Pro Team 2:57:17.04
8 Lorenzo Trincheri - Scott Racing Team 2:57:44.53
9 Juan Daniel Alarcon Ambrosio - Bottecchia Factory Team 3:01:30.75
10 Alessio Trabalza - Biking Racing Team 3:01:57.00
 
Gara femminile con vittoria a sorpresa della giovanissima diciannovenne Giorgia Giannotti (Vallerbike), al suo primo anno da Under 23 e alla sua prima marathon. In seconda posizione Cristiana Lippi (Ciclissimo Bike Team) e Chiara Tassinari (Team Essere) va a completare il podio.
 
Assoluta femminile
1 Giorgia Giannotti – Vallerbike 3:47:34.93
2 Cristiana Lippi - Ciclissimo Bike Team 3:57:49.07
3 Chiara Tassinari - Team Essere 4:08:08.99
4 Silvia Cervini - Cicli Brandi Elba Team 4:19:01.66
5 Romina Ciprian - Ki.Co.Sys. Team 4:19:18.41
6 Federica Giglioli - Bicisport Sanguinetti 4:22:46.63
7 Beatrice Mistretta - Bottecchia Factory Team 4:25:17.36
8 Laura Papi - Cavallino – Specialized 4:26:55.35
9 Lucia Carbini Team Cingolani 4:28:50.83
10 Ilaria Pieroni - Team Bike Pionieri 4:52:26.39
 
Assoluta maschile Classic
1 Federico Bartolini - Bici Adventure Team 2:05:47.33
2 Giacomo Rega - Comitato Terr.Le Terre Etrusco-Labroniche 2:05:47.58
3 Giulio Porciatti - Ciclissimo Bike Team 2:08:14.07
4 Riccardo Del Puglia - Tuscany Natural Trail Levane 2:13:36.52
5 AlessioMele - Biking Racing Team 2:13:57.52
6 Alessio Brandini - Donkey Bike Sinalunga 2:15:25.26
7 Enrico Cicerone - Donkey Bike Sinalunga 2:15:25.26
8 Davide Rosi - Biking Racing Team 2:15:26.01
9 Renato Papaveri - Arretium Team Specialized 2:16:22.50
10 Fabio Paris - Cicli Brandi Elba Team 2:17:50.50
 
Assoluta femminile Classic
1 Elena Teoni - Mtb Race Subbiano 2:33:47.88
2 Greta Bruguier - Zerozero Iki Sport 2:45:17.26
3 Elisa Federigi - Team Speedy Bike 2:45:18.51
4 Chiara Vernaccini - Livorno Team Bike 2:54:46.44
5 Antonella Balducci - Baracca Lugo Mtb 3:07:29.09
6 Alessandra Cascio – Ma.An.Rt 3:23:52.22
 
È stata sicuramente una gara avvincente, che ha offerto spettacolo su un percorso tecnico e divertente, ottimamente preparato. Molto apprezzati i nuovi single track, alcuni dei quali realizzati appositamente per impreziosire la gara.
 
A Daniele Gronchi e all’MTB Cecina va fatto un plauso per tutto quello che sono riusciti a fare in un momento così incerto. La manifestazione avrebbe meritato sicuramente una maggiore adesione. Buona la partecipazione degli open maschili, che hanno dato vita a una gara di altissimo tasso tecnico. Un po’ sottotono la gara femminile, con le atlete di punta del panorama nazionale impegnate all’estero o in altri eventi.
 
La Costa degli Etruschi Epic da appuntamento al 2024 per la sua 25a edizione. In attesa di approvazione definitiva la gara è inserita come internazionale C2 nel calendario UCI in data 12 maggio 2024.
Gioele De Cosmo brilla alla Costa degli Etruschi Epic 2023
photo credits Zanardi
4225 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Adamo fa festa nel ritrovato XCO Città di Modica-Cyclò
La classica manifestazione ragusana, normalmente teatro dell’inizio della stagione per gli appassionati siculi, ha dovuto emigrare nel tempo, per non perdere un’edizione che avrebbe rappresentato un inopinato stop per la sua storia.
Il Re del Pollino è Tony Vigoroso
E' stata una edizione esaltante dal punto di vista dei partecipanti - oltre 400 da tutta Italia - e per la gara che ha regalato, in questa decima edizione della Marathon degi Aragonesi, un combattuto testa a testa, risolto solo grazie al single track che ha determinato la vittoria di Antonio Virogoso.
Il TPN ingrana la sesta
Questa domenica riparte il Trofeo dei Parchi Naturali. La challenge andrà in scena nel parco nazionale più grande d'Italia: il Pollino. Parco del Pollino, che sarà protagonista sia questo weekend che l'ultimo del mese, quello del 29 e 30 giugno.
Cresce l'attesa per gli Stati Generali della Ciclovia dei Parchi
Due momenti di confronto e approfondimento sul mercato turistico per costruire un piano d'azione e irrobustire le buone pratiche con stakeholders e operatori del settore. Sono questi il cuore pulsante e strategico dell'edizione 2024 del Pollino Bike Festival, in programma da domani 14 giugno fino a domenica 16 a Catasta.
La Ciclovia dei Parchi in Calabria entra in EuroVelo 7
I 545 km della Ciclovia dei Parchi in Calabria sono entrati a fare parte di EuroVelo 7, ovvero la Ciclovia del Sole (Sun Route) che collega Capo Nord a Malta con un itinerario di 7.650 km attraverso 9 paesi europei, di cui 2000 km si trovano in territorio italiano, da San Candido in Alto Adige alla Sicilia. L’iniziativa parte da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Coordinatore Nazionale EuroVelo in Italia dal 2011, che - in accordo con la Regione Calabria - ne aveva proposto la candidatura.
Tre percorsi per innamorarsi del Pollino
Si daranno battaglie a suon di pedalate i 450 bikers in arrivo sul Pollino per la decima edizione della Marathon degli Aragonesi, la gara in Mountain bike inserita nel calendario ufficiale del Trofeo dei parchi naturali, organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari


Altre Notizie »