Trofeo dei Parchi Naturali

Il TPN ingrana la sesta

,
photo credits ©Antonio Caggiano - www.bikerounder.com


Questa domenica riparte il Trofeo dei Parchi Naturali. La challenge andrà in scena nel parco nazionale più grande d'Italia: il Pollino.
Parco del Pollino, che sarà protagonista sia questo weekend che l'ultimo del mese, quello del 29 e 30 giugno


In questi due giorni gli occhi saranno sintonizzati sul versante calabrese, con la ormai storica Marathon degli Aragonesi. Il campo base della decima edizione della manifestazione organizzata dalla Ciclistica Castrovilleri sarà, così come lo scorso anno, Campotenese, con la sua mitica Catasta, hub culturale e turistico del Parco, il "salotto" buono degli amanti della natura.

I biker provenienti da tutto il centro e sud Italia avranno tre percorsi a disposizione: marathon (60km, 1680m dsl), granfondo (48km, 1280m) ed escursionistico (27km, 750m).

La partenza sarà uguale per tutti: asfalto e naso all'insù per 5km, il tempo adatto a riscaldare le gambe. Terminato il riscaldamento i giochi si faranno più impegnativi. I tre km verso i Piani di Novacco presentano pendenze che aggrediscono le gambe, oltre il 20%.

Superata la prima vera salita, i biker troveranno ad accoglierli una distesa di verde grandissima, assieme al primo punto di ristoro.
Gli escursionisti da qui potranno ritornare verso il traguardo, i loro colleghi dovranno invece continuare a faticare.
I pianori esposti si alternano ai tratti in sottobosco, prima di un'altra salita di 1,2km con pendenze solo un pelo più morbide, fino al 18%.

Scesi verso Tavolara, dove ci sarà da guadare il fiume, i biker dovranno risalire per altri 500m verticali. Poco più avanti di Sorgente Cardillo, maratoneti e granfondisti divideranno più volte le loro strade, con i primi, come giusto che sia, costretti a qualche fatica in più. Alla marathon toccherà salire verso Santa Maria del Monte. Tre km totali, metà salita, metà discesa, con pendenze, in entrambi i casi ancora intorno al 15%.  

Prima del finale ai biker toccherà affrontare dapprima single track tecnici e ripidi, piuttosto divertenti mentre nei km finali i single track si faranno più veloci e nervosi, ma non ripidi.
Nulla, come sempre, è stato lasciato al caso dai ragazzi della Ciclistica Castrovillari.

I bikers dovranno solo divertirsi e ammirare in prima persona lo spettacolo di uno dei parchi più belli al mondo.
Il TPN ingrana la sesta
photo credits Antonio Caggiano - www.bikerounder.com
1297 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

A Colliano, le premiazioni finali del TPN
All’ultima tappa del TPN in Campania, prevista l’8 Settembre a Colliano (SA) con la Marathon dei Monti Eremita e Marzano, sono previste le premiazioni finali
I ragazzi della Borbonica Cup agli Europei Youth XCO di Huskvarna
Anche per l'edizione 2024 la Borbonica Cup parteciperà ai Campionati Europei Youth con ben 4 formazioni, di cui 2 dedicate agli esordienti e 2 dedicate agli allievi.
Sila Epic 2024, il video finale ufficiale
Video ufficiale della Sila Epic Mtb Marathon 2024
Uno spettacolo targato Sila EPIC
Una delle gare più dure d'Italia, un su e giù nel parco nazionale della Sila tra paesaggi incantati, calati nelle fiabe della Disney. In Sila ci sono i lupi, buoni ma assai riservati, e poi ci si sono anche i simpatici scottaioli, meno riservati, che si lanciano senza paura da un Gigante all'altro... tanto se il salto va male è la lunga coda a fargli da paracadute.
Walter Vaglio:storica conquista della maglia tricolore per un pugliese nella mountain bike XCO
Per la prima volta nella storia della mountain bike pugliese, un atleta ha avuto l’onore di salire fino al gradino più alto del podio del campionato italiano cross country che ha avuto luogo a Gorizia (parco Piuma) con 520 partenti da tutta Italia tra esordienti e allievi
Grandi risultati alla sesta prova di Brixia Adventure MTB Progetto 6
Le previsioni meteo avevano fatto preoccupare i candidati partecipanti a quella che è una delle tappe di circuito più attese ed apprezzate di stagione. Matteo Pedrazzani, in un video, aveva subito dichiarato che senza un bollettino di allerta da parte della Protezione Civile la gara si sarebbe svolta regolarmente, studiando eventualmente delle varianti per la messa in sicurezza.


Altre Notizie »